La Zucca

La zucca è uno degli alimenti simbolo della stagione autunnale, appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae, di cui ne esistono molte varietà, la cui raccolta avviene da Settembre a Novembre, è ricca di nutrienti, appartiene alla categoria delle verdure quindi può essere consumata regolarmente, rispettando sempre la buona regola della variabilità e stagionalità. E’ una cultivar non di origine italiana, la diffusione in Europa si deve ai coloni Spagnoli che qui l’importarono dopo il XVI sec. In Italia viene coltivata soprattutto in alcune regioni settentrionali, ma è ampiamente consumata su tutto il territorio. Esistono diverse varietà, differenti per colore, forma e dimensione ed ognuna può avere differenti utilizzi in cucina.  La zucca è un antiossidante naturale che aiuta a combattere i radicali liberi.

Zucca spaghetti: varietà di zucca caratterizzata da uno polpa composta da tanti filamenti edibili, che una volta cotti assumono un aspetto simile agli spaghetti. Di forma tonda e colore bianco crema, giallo o leggermente arancio, di sapore dolce. Questo tipo di zucca è ricca di Sali minerali come magnesio e potassio, importanti per rinforzare il sistema immunitario, e contiene un elevato concentrazione di vitamina A e C; questa varietà di zucca contiene anche un elevata concentrazione di Omega 3, acido folico e magnesio.

Zucca Hokkaido: originario del Giappone, questa varietà ha una caratteristica forma a cipolla, è molto apprezzata per le sue qualità nutrizionali e per il lento deperimento. La buccia si presenta molto sottile con polpa arancione, è ricca di Sali minerali, fibre, vitamine e dato il colore bello intenso è ricca di beta-carotene.

Zucca Butternut Violina: originaria degli Stati Uniti, ma ad oggi è riconosciuta come prodotto dell’eccellenza della pianura padana, il nome è dato dalla suo particolare forme simile alla custodia di un violino, la buccia si presenta liscia e di colore arancione o verde, la polpa è di colore arancione intenso, di sapore dolce paragonabile alle castagne e noci, questa zucca non contiene grassi saturi e colesterolo, ma è ricca di fibre vitamine e flavonoidi.

Zucca dilica : varietà caratterizzata da buccia di colere verde scuro che presenta delle scanalature marroni, dalla forma appiattita e di dimensioni ridotte. Questa zucca è principalmente coltivata in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, come anche le altre varietà è ricca di fibre e acqua che la rendono un importante fonte di benessere per l’intestino.

Zucca Iron Cup: caratterizzata da una buccia color verde scuro e da una polpa dolce e densa. Grazie al suo bassissimo apporto calorico, 18 kcal per 100 g, è consigliata nelle diete ipocaloriche.

Zucca Moscata: zucca proveniente dalla Provenza, con la polpa di colore arancione intenso, molto apprezzata a livello culinario perché estremamente saporita, perfetta per risotti e vellutate, anche i semi possono essere consumati tostati e salati. 

Zucca Mantovana: questa varietà, come sottolineato dal nome è tipicamente coltivata nella provincia di Mantova, chiamata anche a Cappello del prete per la sua caratteristica forma a turbante. La mantovana è una varietà antica, poco redditizia per chi la produce e piuttosto difficile da sbucciare, a causa della sua forma irregolare, ma con proprietà organolettiche eccezionali, grazie alla polpa asciutta e saporita ottima per ripieni di pasta fresca.

Articolo scritto da Dott.ssa Cecilia Rapone ( Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari dell’Università degli studi di Bologna)  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCOPRI LE ULTIME NOVITA’

Scopri le ultime novità e tendenze nel mondo dell'ortofrutta con le nostre notizie aggiornate. Da informazioni sulle ultime coltivazioni e tecniche agricole innovative a insight sul mercato globale, rimani sempre informato sul mondo che circonda la produzione di frutta e verdura